Rissa tra detenuti armati

Ieri è scoppiata una violenta rissa nel carcere di Reggio Emilia tra magrebini e italiani detenuti per reati legati allo spaccio di droga, che si suppone sia stato il motivo della lite. I coinvolti alla rissa avrebbero messo a dura prova la sicurezza all’interno del reparto detentivo. Gli agenti della polizia penitenziaria, dopo averli disarmati delle lamette e dei bastoni appuntiti ricavati dai piedi dei tavolini, li hanno isolati in luoghi sicuri, prestando le cure mediche ai feriti.
Michele MALORNI, segretario provinciale del SAPPE, ha lanciato un ulteriore grido d’allarme sui livelli di sicurezza all’interno della struttura penitenziaria di Reggio Emilia.
Va ricordato il fatto che solo qualche giorno fa un detenuto tunisino è stato sottratto da un unico agente penitenziario dall’aggressione di una quindicina di detenuti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *