Detenuti stranieri in Italia

Nel mese di giugno 2015 nelle carceri italiane risultavano detenute 52.754 persone, di cui 17.207 di nazionalità straniera, pari al 32,6%.
La significativa presenza in carcere di detenuti stranieri è specchio dei movimenti migratori.
Al primo posto per nazionalità, tra gli stranieri detenuti, ci sono i marocchini (16,9%), seguiti da romeni (16,2%), albanesi (14%) e tunisini (11,2%).
Rispetto a un anno prima però il totale dei detenuti è diminuito in maniera significativa dopo l’approvazione del decreto “svuota carceri” finalizzato a rispettare l’ultimatum del Consiglio d’Europa fissato al 27 maggio 2015 per il rispetto dei diritti dei detenuti e quindi a evitare all’Italia la condanna per trattamenti disumani e degradanti.
Tra le emergenze del sistema carcerario che richiedono con urgenza di essere affrontate vi è dunque anche la violazione dei diritti dei detenuti stranieri, la cui presenza in carcere è tuttora altissima, soprattutto di quelli in attesa di giudizio, che non possono beneficiare delle azioni di reinserimento sociale proprie dei condannati a titolo definitivo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *